29 gennaio 2018

L’EMIGRAZIONE ITALIANA IN NORVEGIA DALL’OTTOCENTO A OGGI: SE NE PARLA ALL’IIC CON MONICA MISCALI

OSLO\ aise\29 gennaio 2018 - Lunedì 12 febbraio, alle ore 18.00, si terrà presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo l’Assemblea Generale del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri e a seguire, alle 18.30, la conferenza per i soci di Monica Miscali sul tema "Aspetti dell’emigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento ai giorni nostri"
La conferenza si propone di affrontare il tema dell’immigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento fino ai nostri giorni. L’immigrazione italiana in Norvegia non è stata un fenomeno univoco, ma piuttosto mutevole, che si è trasformato nel tempo assumendo connotati diversi nei diversi periodi storici. Fino al Settecento non si può parlare infatti propriamente di emigrazione, ma si trattava piuttosto di viaggi per scopi diversi che andavano da quelli religiosi a quelli commerciali. La conferenza oltre ad analizzare quali furono le ragioni di fondo che portarono gli italiani in un Paese così lontano come la Norvegia, intende prendere in considerazione i cambiamenti legislativi e analizzare il modo in cui gli italiani furono accolti, percepiti e tutelati da parte delle istituzioni e della società norvegesi.

27 gennaio 2018

Lunedì 12 febbraio 2018: conferenza di Monica Miscali sul tema "Aspetti dell’emigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento ai giorni nostri"

Carissimi soci ed amici,

lunedì 12 febbraio, alle ore 18.00, si terrà l’Assemblea Generale presso l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (Oscarsgt. 56) e a seguire, alle 18.30, la nostra prima conferenza dell’anno. Ospite della serata sarà la prof.ssa Monica Miscali, che parlerà sul tema:

Aspetti dell’emigrazione italiana in Norvegia dall’Ottocento ai giorni nostri


Musicista italiano della fine dell’800
 (da "Innvandringen til Norge"di Kjeldstadli e Brochmann, Pax Forlag)

La conferenza si propone di affrontare il tema dell´immigrazione italiana in Norvegia dall´Ottocento fino ai nostri giorni. L’immigrazione italiana in Norvegia non è stata un fenomeno univoco, ma piuttosto mutevole, che si è trasformato nel tempo assumendo connotati diversi nei diversi periodi storici. Fino al Settecento non si può parlare infatti propriamente di emigrazione, ma si trattava piuttosto di viaggi per scopi diversi che andavano da quelli religiosi a quelli commerciali. La conferenza oltre ad analizzare quali furono le ragioni di fondo che portarono gli italiani in un paese cosi lontano come la Norvegia, intende prendere in considerazione i cambiamenti legislativi e analizzare il modo in cui gli italiani furono accolti, percepiti e tutelati da parte delle istituzioni e nella società norvegese.

Monica Miscali, storica, ha conseguito il dottorato di ricerca presso l'Istituto Universitario Europeo di Firenze e il post-dottorato presso l'Università di Ginevra. Ha lavorato come professore associato in varie università tra cui l'università di Bath (UK) e l'università di Oslo. Lavora attualmente nel dipartimento di storia della NTNU. Si è occupata di storia economica e di storia delle donne e attualmente si occupa di ricostruire il processo migratorio degli italiani in Norvegia. 
Ha pubblicato recentemente sulle migrazioni degli italiani in Norvegia i seguenti articoli: 
-Migranti, venditori ambulanti o vagabondi? L´emigrazione italiana in Norvegia nell´Ottocento in Altreitalie. Rivista internazionale di studi sulle migrazioni italiane nel mondo, n. 54, Accademia University Press, 2017. 
-Gli immigranti della vergogna: venditori ambulanti italiani in Norvegia, in Edito, inedito e riedito a cura di Vera Nigrisoli Wärnhjelm, Alessandro Aresti, Gianluca Colella, Marco Gargiulo, Pisa University Press, Pisa, 2017. 
-“I lavoratori italiani non sono “degos”. L´immigrazione italiana in Norvegia negli anni 50 in Mondi Migranti, Rivista di Studi e ricerche sulle migrazioni internazionali, n. 3, 2017.

2 gennaio 2018

Mercoledì 10 gennaio all'IIC dalle 18 alle 19: Secondo incontro di lettura della Divina Commedia

Ricordiamo ai soci del Comitato Dante di Oslo il secondo incontro di lettura della Divina Commedia, che si terrà all'Istituto Italiano di Cultura (Oscarsgt. 56, Oslo), mercoledì 10 gennaio dalle 18:00 alle 20:00. Coordinatore dell'incontro il Sig. Michele D'Amico. Non è necessaria la prenotazione essendo l'incontro aperto a tutti. 
L'iniziativa è una collaborazione del Comitato Dante Alighieri di Oslo con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.

Per saperne di più cliccare qui

3 dicembre 2017

Auguri di Buone Feste!

Cari soci ed amici del Comitato della Dante di Oslo,
sta per concludersi l’anno sociale 2017 e vorrei ringraziarvi per il vostro sostegno e partecipazione alle numerose iniziative organizzate dal nostro Direttivo.
Rivolgo un ringraziamento anche all’Istituto Italiano di Cultura e all’Ambasciata d’Italia per la collaborazione offerta alla realizzazione di alcune di esse. 
Tra le nostre iniziative vorrei ricordarne alcune in particolare, iniziando dalla conferenza di Branka Blazevic sul tema Alle Porte orientali dell'Italia: lingua e cultura a Fiume tra ieri e oggi, nella quale sono stati presentati i contatti linguistici e culturali dell'italiano e del croato a Fiume. 
Il giornalista e scrittore siciliano Giacomo Di Girolamo ha fatto il punto sulla lotta alla mafia in Sicilia e in Italia, raccontandoci come cambia la mafia, quali sono i nuovi fenomeni criminali che si affacciano e che sono presenti in tutta Italia e quali misure per contrastarli sono state poste in atto, con uno sguardo anche a quanto avviene in Europa.
Il senatore prof. Francesco Palermo ha tenuto un’interessante conferenza su I rapporti tra le minoranze nazionali e il governo nazionale in Italia spiegandoci in che modo l’Italia tutela le minoranze linguistiche.
Øivind Østang ci ha raccontato, mostrandoci foto molto suggestive, il suo cammino da Oslo a Roma sulla Hærvejen attraverso lo Jutland, sull’Ochsenweg attraverso lo Schleswig-Holstein e sulla Via Romea Germanica attraverso la Germania, l'Austria e l'Italia.
Solveig Tosi ci ha accompagnato lungo un’interessante percorso eco-turistico tra mito e storia, alla scoperta degli alberi monumentali italiani.
Alessandro Leogrande, purtroppo recentemente scomparso, ispirandosi al suo libro La frontiera tradotto anche in norvegese, ci ha raccontato le vicissitudini e le storie dei sopravvissuti ai naufragi del Mediterraneo.
La scrittrice Camilla Peruch, nell’ambito delle commemorazioni della Grande Guerra 1915-1918, ci ha illustrato, attraverso una ricca e suggestiva documentazione iconografica, il ruolo che era stato assegnato alle donne italiane nella propaganda bellica.
La dantista Bianca Garavelli, in occasione del commiato del nostro Presidente onorario, l'Ambasciatore d'Italia, Giorgio Novello, ha tenuto a fine novembre una brillante conferenza, a lungo applaudita, sul tema Il sistema angelico e la cosmologia di Dante preceduta da un intervento dello stesso Ambasciatore su Dante e la mia vita.
Porgo a voi ed alle vostre famiglie i più fervidi auguri per un sereno Natale ed un Felice anno nuovo. 
Buone feste e … arrivederci nel 2018!
Sergio Scapin
Presidente della Società Dante Alighieri – Comitato di Oslo

23 novembre 2017

Lunedì 4 dicembre, ore 18.30: Concerto di Natale "'Tutta la mia vita sei tu' - Lungo il sentiero della canzone italiana"

Carissimi soci,
lunedì 4 dicembre alle ore 18:30 si svolgerà il nostro ultimo evento dell’anno presso l’Istituto Italiano di Cultura a Oscars gate 56. Saremo lieti di presentarvi il Concerto di Natale con il Duo Giuseppe Pantano Creazzo (voce) e Marco Crispo (chitarra) dal titolo:

”TUTTA LA MIA VITA SEI TU”
 LUNGO IL SENTIERO DELLA CANZONE ITALIANA


Il concerto ripercorre attraverso una chiave di lettura jazzistica e contemporanea la canzone classica italiana. Saranno proposti brani come Conosci mia Cugina e Bellezza in Bicicletta. Come paradigma delle meravigliose melodie appartenenti alla memoria collettiva italiana saranno interpretati Parlami d’amore Mariù, come esempi della tradizione popolare verranno proposti E vui durmiti ancora, Tu si a malincunia, Lu rusciu di lu mari.

Giuseppe Pantano Creazzo è un cantante, compositore ed arrangiatore siciliano. Nasce a Messina e cresce a Siracusa, all‘età di 17 anni si trasferisce a Roma e nel 2014 ad Oslo. Dopo essere stato vocalist e conduttore per RAIGULP dal 2009 al 2011 Giuseppe decide di dedicarsi al Jazz conseguendo il Diploma Accademico presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma e la Norges Musikkhøgskole di Oslo. Tra le esperienze lavorative più importanti citiamo: Piacenza Jazz Festival – Concorso Chicco Bettinardi (2011), Rassegna concertistica presso il MAXXI (Museo d´Arte Contemporanea di Roma), Nesodden Jazz Festival, partecipazione discografica con OSLO14 per NORDCD. Lavora dal 2015 come insegnante di canto e direttore del coro per la Oslo International School. 

Marco Crispo nasce a Ragusa nel 1987, inizia gli studi musicali accademici nel 2007, quattro anni dopo si diploma in chitarra classica con il massimo dei voti presso il conservatorio A. Corelli di Messina. Nel gennaio 2013 intraprende gli studi di direzione d’orchestra con i maestri Donato Renzetti e Dario Lucantoni presso l´Accademia Musicale Pescarese, nella quale si diplomerà tre anni dopo. Dall’agosto 2015 studia direzione d’orchestra presso la Norges musikkhøgskole di Oslo sotto la guida di Ole Kristian Ruud. Nel gennaio 2017 è stato chiamato come assistente di Gregor Bühl per il Don Giovanni di Mozart, andato in scena all’Opera di Oslo sotto la regia di Jacopo Spirei e prodotto dall’Operahøgskolen di Oslo. È destinatario di una borsa di studio americana data dalla fondazione “Cortona Sessions for New Music” per l’anno 2017 durante il quale ha diretto musiche di Pierre Bouléz, Franco Donatoni e due prime esecuzioni assolute. 

Dopo la conferenza sarà servito un rinfresco natalizio per scambiarci gli Auguri di Buone Feste.

Cordiali saluti 
Il Consiglio Direttivo di Oslo

18 novembre 2017

29 novembre 2017: conferenza della dantista Bianca Garavelli su "Il sistema angelico e la cosmologia di Dante" in occasione del commiato dell'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello.


Invito alla conferenza della dantista Bianca Garavelli su Il sistema angelico e la cosmologia di Dante in occasione del commiato dell'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello. La conferenza sarà preceduta da un intervento dell'Ambasciatore Novello dal titolo "Dante e la mia vita". 
I soci e gli amici del Comitato Dante Alighieri di Oslo sono cordialmente invitati a partecipare alla serata dantesca, organizzata dall'Ambasciata d'Italia in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.
Istituto italiano di Cultura di Oslo (Oscars gt. 56), mercoledì 29 novembre, ore 18.30


Per saperne di più cliccare qui

10 novembre 2017

L'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello, porta il saluto dei Comitati della Dante in Norvegia all'84° Congresso di Esperanto

L'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello, Presidente onorario dei Comitati Dante Alighieri di Oslo e di Stavanger, nel suo saluto all'84° Congresso di Esperanto, che si è tenuto a Policoro (Basilicata), si è soffermato a lungo sull'attività della Dante in Norvegia, ricordando in particolare le celebrazioni per il 90° anniversario del Comitato Dante di Oslo. L'Ambasciatore ha inolte menzionato il Parco Letterario norvegese dedicato allo scrittore Johan Falkberget nella città di Røros, prima città al di fuori dei confini d’Italia ad essere entrata a far parte a pieno titolo della rete dei Parchi letterari della Dante. La registrazione del saluto può essere ascoltata cliccando sul videoclip qui sotto.