3 dicembre 2017

Auguri di Buone Feste!

Cari soci ed amici del Comitato della Dante di Oslo,
sta per concludersi l’anno sociale 2017 e vorrei ringraziarvi per il vostro sostegno e partecipazione alle numerose iniziative organizzate dal nostro Direttivo.
Rivolgo un ringraziamento anche all’Istituto Italiano di Cultura e all’Ambasciata d’Italia per la collaborazione offerta alla realizzazione di alcune di esse. 
Tra le nostre iniziative vorrei ricordarne alcune in particolare, iniziando dalla conferenza di Branka Blazevic sul tema Alle Porte orientali dell'Italia: lingua e cultura a Fiume tra ieri e oggi, nella quale sono stati presentati i contatti linguistici e culturali dell'italiano e del croato a Fiume. 
Il giornalista e scrittore siciliano Giacomo Di Girolamo ha fatto il punto sulla lotta alla mafia in Sicilia e in Italia, raccontandoci come cambia la mafia, quali sono i nuovi fenomeni criminali che si affacciano e che sono presenti in tutta Italia e quali misure per contrastarli sono state poste in atto, con uno sguardo anche a quanto avviene in Europa.
Il senatore prof. Francesco Palermo ha tenuto un’interessante conferenza su I rapporti tra le minoranze nazionali e il governo nazionale in Italia spiegandoci in che modo l’Italia tutela le minoranze linguistiche.
Øivind Østang ci ha raccontato, mostrandoci foto molto suggestive, il suo cammino da Oslo a Roma sulla Hærvejen attraverso lo Jutland, sull’Ochsenweg attraverso lo Schleswig-Holstein e sulla Via Romea Germanica attraverso la Germania, l'Austria e l'Italia.
Solveig Tosi ci ha accompagnato lungo un’interessante percorso eco-turistico tra mito e storia, alla scoperta degli alberi monumentali italiani.
Alessandro Leogrande, purtroppo recentemente scomparso, ispirandosi al suo libro La frontiera tradotto anche in norvegese, ci ha raccontato le vicissitudini e le storie dei sopravvissuti ai naufragi del Mediterraneo.
La scrittrice Camilla Peruch, nell’ambito delle commemorazioni della Grande Guerra 1915-1918, ci ha illustrato, attraverso una ricca e suggestiva documentazione iconografica, il ruolo che era stato assegnato alle donne italiane nella propaganda bellica.
La dantista Bianca Garavelli, in occasione del commiato del nostro Presidente onorario, l'Ambasciatore d'Italia, Giorgio Novello, ha tenuto a fine novembre una brillante conferenza, a lungo applaudita, sul tema Il sistema angelico e la cosmologia di Dante preceduta da un intervento dello stesso Ambasciatore su Dante e la mia vita.
Porgo a voi ed alle vostre famiglie i più fervidi auguri per un sereno Natale ed un Felice anno nuovo. 
Buone feste e … arrivederci nel 2018!
Sergio Scapin
Presidente della Società Dante Alighieri – Comitato di Oslo

23 novembre 2017

Lunedì 4 dicembre, ore 18.30: Concerto di Natale "'Tutta la mia vita sei tu' - Lungo il sentiero della canzone italiana"

Carissimi soci,
lunedì 4 dicembre alle ore 18:30 si svolgerà il nostro ultimo evento dell’anno presso l’Istituto Italiano di Cultura a Oscars gate 56. Saremo lieti di presentarvi il Concerto di Natale con il Duo Giuseppe Pantano Creazzo (voce) e Marco Crispo (chitarra) dal titolo:

”TUTTA LA MIA VITA SEI TU”
 LUNGO IL SENTIERO DELLA CANZONE ITALIANA


Il concerto ripercorre attraverso una chiave di lettura jazzistica e contemporanea la canzone classica italiana. Saranno proposti brani come Conosci mia Cugina e Bellezza in Bicicletta. Come paradigma delle meravigliose melodie appartenenti alla memoria collettiva italiana saranno interpretati Parlami d’amore Mariù, come esempi della tradizione popolare verranno proposti E vui durmiti ancora, Tu si a malincunia, Lu rusciu di lu mari.

Giuseppe Pantano Creazzo è un cantante, compositore ed arrangiatore siciliano. Nasce a Messina e cresce a Siracusa, all‘età di 17 anni si trasferisce a Roma e nel 2014 ad Oslo. Dopo essere stato vocalist e conduttore per RAIGULP dal 2009 al 2011 Giuseppe decide di dedicarsi al Jazz conseguendo il Diploma Accademico presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma e la Norges Musikkhøgskole di Oslo. Tra le esperienze lavorative più importanti citiamo: Piacenza Jazz Festival – Concorso Chicco Bettinardi (2011), Rassegna concertistica presso il MAXXI (Museo d´Arte Contemporanea di Roma), Nesodden Jazz Festival, partecipazione discografica con OSLO14 per NORDCD. Lavora dal 2015 come insegnante di canto e direttore del coro per la Oslo International School. 

Marco Crispo nasce a Ragusa nel 1987, inizia gli studi musicali accademici nel 2007, quattro anni dopo si diploma in chitarra classica con il massimo dei voti presso il conservatorio A. Corelli di Messina. Nel gennaio 2013 intraprende gli studi di direzione d’orchestra con i maestri Donato Renzetti e Dario Lucantoni presso l´Accademia Musicale Pescarese, nella quale si diplomerà tre anni dopo. Dall’agosto 2015 studia direzione d’orchestra presso la Norges musikkhøgskole di Oslo sotto la guida di Ole Kristian Ruud. Nel gennaio 2017 è stato chiamato come assistente di Gregor Bühl per il Don Giovanni di Mozart, andato in scena all’Opera di Oslo sotto la regia di Jacopo Spirei e prodotto dall’Operahøgskolen di Oslo. È destinatario di una borsa di studio americana data dalla fondazione “Cortona Sessions for New Music” per l’anno 2017 durante il quale ha diretto musiche di Pierre Bouléz, Franco Donatoni e due prime esecuzioni assolute. 

Dopo la conferenza sarà servito un rinfresco natalizio per scambiarci gli Auguri di Buone Feste.

Cordiali saluti 
Il Consiglio Direttivo di Oslo

18 novembre 2017

29 novembre 2017: conferenza della dantista Bianca Garavelli su "Il sistema angelico e la cosmologia di Dante" in occasione del commiato dell'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello.


Invito alla conferenza della dantista Bianca Garavelli su Il sistema angelico e la cosmologia di Dante in occasione del commiato dell'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello. La conferenza sarà preceduta da un intervento dell'Ambasciatore Novello dal titolo "Dante e la mia vita". 
I soci e gli amici del Comitato Dante Alighieri di Oslo sono cordialmente invitati a partecipare alla serata dantesca, organizzata dall'Ambasciata d'Italia in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.
Istituto italiano di Cultura di Oslo (Oscars gt. 56), mercoledì 29 novembre, ore 18.30


Per saperne di più cliccare qui

10 novembre 2017

L'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello, porta il saluto dei Comitati della Dante in Norvegia all'84° Congresso di Esperanto

L'Ambasciatore d'Italia in Norvegia, Giorgio Novello, Presidente onorario dei Comitati Dante Alighieri di Oslo e di Stavanger, nel suo saluto all'84° Congresso di Esperanto, che si è tenuto a Policoro (Basilicata), si è soffermato a lungo sull'attività della Dante in Norvegia, ricordando in particolare le celebrazioni per il 90° anniversario del Comitato Dante di Oslo. L'Ambasciatore ha inolte menzionato il Parco Letterario norvegese dedicato allo scrittore Johan Falkberget nella città di Røros, prima città al di fuori dei confini d’Italia ad essere entrata a far parte a pieno titolo della rete dei Parchi letterari della Dante. La registrazione del saluto può essere ascoltata cliccando sul videoclip qui sotto.

6 novembre 2017

“GRANDE GUERRA: LE DONNE E LA PROPAGANDA”: CAMILLA PERUCH AD OSLO CON LA DANTE ALIGHIERI

Camilla Peruch (da sinistra) e Sonia Santin, autrici
del libro  "Il Corriere dei Piccoli va alla guerra"
La conferenza avrà luogo nella sala eventi dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo e si inserisce nell’ambito delle commemorazioni organizzate dal Comitato della Dante di Oslo per il centenario della Grande Guerra 1915-1918. 
Camilla Peruch terrà la stessa conferenza anche per i comitati della Dante di Trondheim (14 novembre), Bergen (15 novembre) e Kristiansand (16 novembre). 

3 novembre 2017

Lunedì 13 novembre, ore 18.30: conferenza di Camilla Peruch sul tema "Grande guerra: le donne e la propaganda"

La Domenica del Corriere, 1917
Carissimi soci ed amici,
lunedì 13 novembre, alle ore 18:30, la dott.ssa Camilla Peruch terrà nella sala polivalente dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56 una conferenza dal titolo:

GRANDE GUERRA: LE DONNE E LA PROPAGANDA

La Grande Guerra determinò necessariamente l’ingresso di un numero considerevole di donne nel mondo del lavoro. Giornali e riviste segnalarono questo cambiamento della società, questa modernità e la propaganda iniziò ad utilizzare la figura femminile nella stampa per i soldati, nei manifesti e nelle cartoline illustrate per lanciare messaggi patriottici e inviti a sostegno del conflitto. Alla donna furono affidati ruoli ben precisi e variegati: doveva essere la sposa fedele che attendeva l’eroe a casa, la madre generosa che offriva il figlio per la vittoria, ma anche la spia ammiccante che circuiva il nemico o la prostituta disponibile che soddisfaceva i bisogni del soldato. Fu dunque vera emancipazione?


Laureata in Lettere e diplomata in Pianoforte, Camilla Peruch si occupa di ricerca storica e didattica della Grande Guerra presso musei e istituti scolastici. È curatrice di mostre storiche e autrice de “La storia ritrovata del soldato József Kiss” (Kellermann, 2016) e de “Il Corriere dei Piccoli va alla guerra” (Kellermann, 2015). Ha inoltre collaborato alla pubblicazione de” La Grande Guerra e la memoria nel Museo della Battaglia di Vittorio Veneto” (Kellermann, 2008).

Il Corriere della Sera, 1916

La Tradotta, 1918

L'Illustrazione Italiana, 1916

Cartolina postale, 1916

29 settembre 2017

Lunedì 16 ottobre, ore 18.30: Conferenza di Alessandro Leogrande sul tema "La frontiera"

Carissimi soci ed amici,

lunedì 16 ottobre, alle ore 18:30, in apertura della Settimana della Lingua Italiana nel mondo, lo scrittore Alessandro Leogrande terrà nella sala polivalente dell’Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56 una conferenza dal titolo: 

La Frontiera

Alessandro Leogrande, ispirandosi al suo libro “La frontiera” (Feltrinelli, 2015), ci porta a bordo delle navi dell’operazione Mare Nostrum; ci fa conoscere trafficanti e baby-scafisti, insieme alle storie dei sopravvissuti ai naufragi del Mediterraneo; ricostruisce la storia degli eritrei, popolo tra i popoli forzati alla migrazione da una feroce dittatura; ci racconta l’altra frontiera, quella greca, quella di Alba Dorata e di Patrasso, e poi l’altra ancora, quella dei Balcani; ci introduce in una Libia esplosa e devastata; ci fa entrare dentro i Cie (Centri di identificazione ed espulsione) italiani e i loro soprusi, nella violenza della periferia romana e in quella nascosta nelle nostre anime.

Alessandro Leogrande, nato a Taranto nel 1977, vive a Roma. È vicedirettore del mensile “Lo straniero”, editorialista del “Corriere del Mezzogiorno” ed è tra i conduttori di “Wikiradio” su Radio 3. Per il settimanale “Pagina 99” ha curato l'inserto “Fuoribordo” dedicato al long-form journalism. Ha scritto, tra l'altro: “Nel paese dei viceré. L’Italia tra pace e guerra” (L’ancora del Mediterraneo, 2006), “Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud” (Mondadori, 2008; nuova edizione Universale economica Feltrinelli 2016), “Le male vite. Storie di contrabbando e di multinazionali” (Fandango, 2010), “Fumo sulla città” (Fandango, 2013). Ha curato le antologie “Nel Sud senza bussola. Venti voci per ritrovare l’orientamento” (con Goffredo Fofi; L’ancora del Mediterraneo, 2002), “Ogni maledetta domenica. Otto storie di calcio” (minimum fax, 2010) e il volume “Trois Agoras Marseille. Art du geste dans le Méditerranée” di Virgilio Sieni (Maschietto editore 2013). Con Feltrinelli ha pubblicato “Il naufragio. Morte nel Mediterraneo” (2011), da cui è stata tratta l’opera “Katër i Radë” che ha debuttato alla Biennale Musica di Venezia nel 2014, e, nella collana digitale Zoom, “Adriatico” (2011). Il suo ultimo libro, pubblicato sempre da Feltrinelli, è “La frontiera” (2015; premio Pozzale Luigi Russo, finalista Premio Terzani).

Alla conferenza, organizzata dal Comitato della Dante Alighieri di Oslo in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura, farà seguito un piccolo rinfresco.

21 settembre 2017

Venerdì 22 settembre, all'IIC, ore 19, ingresso gratuito: Casanova, Venezia e la musica


OSLO\ aise\19 settembre 2016 - Una serata ad Oslo dedicata a Venezia e a Giacomo Casanova, l'avventuriero e uomo di mondo, ma anche raffinato intellettuale, scrittore, traduttore e rappresentante di un ‘700 cosmopolita ed irrequieto. L’appuntamento è per venerdì 22 settembre, alle ore 19.00, nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura con l’evento “Casanova, Venezia e la musica”. Si parlerà della Venezia settecentesca come centro culturale internazionale, illustrando le fortificazioni veneziane a Bergamo, Peschiera, Palmanova, Sebenico, Zara e Cattaro, recentemente inserite nel patrimonio mondiale UNESCO dell’umanità. Si parlerà della grande musica settecentesca. Verranno letti brani dello scrittore Casanova nelle tre lingue in cui egli scrisse (italiano, francese e veneziano) e nelle traduzioni in inglese ed esperanto. L'iniziativa è promossa congiuntamente dall'Istituto di Cultura, dall'Ambasciata d’Italia, dalla Oslo Kammerakademi, dalla Federazione Esperantista Italiana e dal Comitato Dante Alighieri di Oslo. Per continuare a leggere, cliccare qui.

18 settembre 2017

Venerdì 22 settembre, ore 19: Casanova, Venezia, la musica e lo stoccafisso

Nel fine settimana tra il 22 e il 24 settembre si parlerà di Venezia ad Oslo e di Norvegia a Venezia con un trittico di eventi coordinati. Filo conduttore: Giacomo Casanova, avventuriero e uomo di mondo, ma anche raffinato intellettuale, scrittore, traduttore e rappresentante di un ‘700 cosmopolita ed irrequieto.

Venerdì 22 settembre, a partire dalle ore 19.00 all'IIC Oslo,  Oscarsgt. 56, sarà offerto un approccio multidisciplinare alla figura di Casanova. Si parlerà della Venezia settecentesca come centro culturale internazionale, illustrando le fortificazioni veneziane a Bergamo, Peschiera, Palmanova, Sebenico, Zara e Cattaro, recentemente inserite nel patrimonio mondiale UNESCO dell’umanità. Si parlerà della grande musica settecentesca. Verranno letti brani dello scrittore Casanova nelle tre lingue in cui egli scrisse (italiano, francese e veneziano) e nelle traduzioni in inglese ed esperanto. L'iniziativa è organizzata dall'Ambasciata d'Italia in Norvegia ed è promossa congiuntamente dall'Istituto Italiano di Cultura di Oslo, dalla Oslo Kammerakademi, dalla Federazione Eperantista Italiana e dal Comitato della Dante Alighieri di Oslo. Ingresso gratuito. 

Domenica 24 settembre la Oslo Kammerakademi offrirà musiche del ‘700 europeo intervallate da letture delle lettere di Casanova. L'evento dal titolo Casanova - en 1700-tallskosmopolitt, si svolgerà all'Opera alle ore 18:30.
Proprio in quei giorni, ed in diretto collegamento con Oslo, avranno luogo a Sandrigo (nei pressi di Vicenza e Venezia) le tradizionali giornate italo-norvegesi, organizzate dalla Confraternita del bacalà alla vicentina. Sono attesi decine di migliaia di visitatori ed ampie delegazioni norvegesi, in particolare dal Comune di Røst nelle Lofoten, dove il navigatore Pietro Querini approdò nel 1431 dando inizio al commercio di stoccafisso in Italia.

15 settembre 2017

Mercoledì 11 ottobre, dalle 18 alle 20: Incontro di lettura della Divina Commedia

Mercoledì 11 ottobre, dalle ore 18 alle 20, nella Biblioteca dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo (IIC) si terrà il primo di una serie di incontri di lettura sulla Divina Commedia, organizzati dal locale comitato della Società Dante Alighieri.


In collaborazione con l’IIC, verrà offerta ai soci della Dante e ad altri interessati l’opportunità di partecipare ad un gruppo di lettura della Divina Commedia nella Biblioteca "Luigi Di Ruscio" dell’IIC. L’adesione al gruppo è del tutto gratuita  e non è prevista una prenotazione. Gli incontri si svolgeranno con cadenza irregolare di cui sarà data informazione nei siti dell'IIC e del Comitato Dante di Oslo. Coordinatore del gruppo è Michele D’Amico, un grande appassionato di Dante, che ha alle spalle un’esperienza decennale come coordinatore di gruppi di lettura di testi classici italiani ed in particolare della Divina Commedia presso le biblioteche pubbliche di Torino.
Ai partecipanti non è richiesta una preparazione particolare, è sufficiente l’interesse, la voglia di capire, la passione. Con questi ingredienti non c’è difficoltà ad affrontare la Divina Commedia, si capirà che quel testo non è solo patrimonio dei dotti. Il coordinatore propone un approccio diretto al testo, in cui la lettura è collettiva e la celebrazione del testo è contemporanea per tutti. L’intenzione è di iniziare con il primo verso dell'Inferno. I partecipanti dovrebbero presentarsi con la propria copia su cui seguire il testo, ed eventualmente leggerne una parte anche loro. In una lettura condivisa, tutti intorno ad un tavolo, aiutandosi l'un l'altro, ci si può prendere gusto, ci si può divertire.
Il primo incontro avrà luogo mercoledì 11 ottobre dalle 18 alle 20 nella Biblioteca dell’IIC. Una copia integrale della Divina Commedia può essere scaricata cliccando qui 
Per chi non possiede una copia dell’Inferno l’IIC metterà a disposizione delle fotocopie dei Canti che saranno letti. 
Nel primo incontro saranno letti i primi tre Canti dell’Inferno. 

                    

6 settembre 2017

7 settembre 2017, ore 18.30: ALL’IIC DI OSLO "PIRANDELLO 150 - UN OMAGGIO"

OSLO\ aise\31.08.2017 - A Oslo serata dedicata a Luigi Pirandello, scrittore, drammaturgo e poeta insignito nel 1934 del Premio Nobel per la Letteratura, in occasione dei 150 anni dalla nascita. 
L'evento è un'iniziativa del Pirandello Stable Festival, festival pirandelliano che si tiene annualmente ad Agrigento e giunto ormai alla sua XVI edizione, insieme all’Istituto Italiano di Cultura e al Comitato della Dante Alighieri di Oslo.

Per leggere l'articolo cliccare qui.

30 agosto 2017

7 settembre 2017: Omaggio a Luigi Pirandello - 150 anni


Invitiamo caldamente i nostri soci a partecipare alla serata in omaggio a Pirandello, alla quale - su richiesta dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo (IIC) - abbiamo concesso il nostro patrocinio. L'evento, organizzato dall'IIC in collaborazione con l'Associazione Culturale “Sole e Tradizioni di Sicilia”, avrà luogo nella sede dell’IIC in Osarsgate 56, giovedì 7 settembre alle ore 18.30.

La serata prende spunto dai punti di contatto e dalle differenze tra la letteratura scandinava e le opere pirandelliane ma si occuperà anche dell’influenza esercitata dal grande drammaturgo agrigentino, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934, sul cinema internazionale con riferimenti specifici alla cinematografia scandinava. La serata prevede la proiezione de "La cultura scandinava e Pirandello: Pirandello, Ibsen, Strindberg e Ingmar Bergman: punti di contatto e di differenze" nonché letture e recite di monologhi pirandelliani, canti (in siciliano) e infine una conversazione su vari temi pirandelliani quali quello dell'identità.

Con:
Prof. Dario Costantino, specialista di Pirandello
Antonio Zarcone, folk singer pirandelliano
Mariagrazia Castellana, attrice
Giugiù Gramaglia, attore
Prof. Mario Gaziano, direttore del Pirandello stable festival e regista
Per ulteriori informazioni consultare il sito dell’IIC:

26 agosto 2017

4 settembre 2017: Conferenza di Solveig Tosi sul tema "Viaggio in Italia tra esseri plurisecolari"

Carissimi soci ed amici,
lunedì 4 settembre alle ore 18:30 si svolgerà la nostra prima conferenza autunnale presso l`Istituto Italiano di Cultura a Oscars gate 56. Nostra ospite sarà la prof.ssa Solveig Tosi che terrà una conferenza dal titolo: Viaggio in Italia tra esseri plurisecolari - Proposta per un percorso ecoturistico tra mito e storia, alla scoperta degli alberi monumentali italiani.


Pino piantato nel 1867 da Garibaldi nel giardino della sua casa a Caprera
in occasione della nascita di sua figlia Clelia

La conferenza tratta di alberi presenti in Italia che hanno raggiunto età ragguardevoli di diverse centinaia di anni. Alcuni di questi esemplari sono diventati monumenti vegetali nazionali.
Saranno analizzate le caratteristiche biologiche che li rendono così longevi e si descriveranno i luoghi in cui si trovano e alcuni aneddoti storici avvenuti intorno a loro. I monumenti vegetali oggetto della conferenza sono stati scelti in modo da tracciare un percorso di interesse ecoturistico.

Solveig Tosi è nata ad Halden nel 1963. Laureata in Scienze Biologiche all’Università di Roma è Professore Associato all’Università degli Studi di Pavia, insegna botanica e micologia. E’ presidente vicario dei corsi di Laurea Triennale in Scienze e Tecnologie per la Natura e Magistrale in Scienze della Natura, Università di Pavia. Fa parte del Gruppo di Lavoro “Biorigenerazione” dell’Agenzia Spaziale Italiana. Le ricerche scientifiche sono principalmente incentrate sulla biologia dei funghi e sul loro possibile utilizzo nella lotta biologica e nei processi di biorigenerazione e biorisanamento ambientale. Ha scritto diversi articoli su riviste indicizzate a livello internazionale e ha partecipato a diversi convegni a carattere nazionale e internazionale.

Alla conferenza farà seguito un piccolo rinfresco.

Cordiali saluti
Il Consiglio Direttivo di Oslo

10 giugno 2017

8 giugno 2017: L’ITALIA ELETTA NEL CONSIGLIO DEI DIRETTORI DELL’EUNIC

L’Italia è stata eletta per un biennio nel Consiglio dei Direttori della rete “European Union National Institutes for Culture” (EUNIC), che riunisce le istituzioni culturali operanti all’estero degli Stati membri dell’Unione Europea e ne promuove il coordinamento. Ne fanno parte per l’Italia il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (con la rete degli Istituti di cultura) e la SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI (con la rete dei suoi Comitati all’estero). Per saperne di più cliccare qui

Italy Elected In The Board Of Directors Of The European Union National Institutes For Culture (EUNIC)
Italy was elected for a two-year term to the Board of Directors of the European Union National Institutes for Culture (EUNIC), the network that promotes the coordination of the European Union Member States' institutes of culture operating abroad. In the Union, Italy is represented by the Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation (together with the network of Cultural Institutes) and the DANTE ALIGHIERI SOCIETY (with its own network of Committees abroad). To find out more, click here.

22 maggio 2017

8 giugno 2017: Conferenza di Øivind Østang sul tema "Pilegrim gjennom Europa – fra Grefsen til Roma 2015"

Carissimi soci ed amici,

giovedì 8 giugno, alle ore 18:30, la nostra consueta conferenza si svolgerà presso il ristorante Rodeløkken kafé a Bygdøy (Wedels vei 1) e sarà seguita dalla cena estiva con la quale chiuderemo il primo semestre 2017 delle nostre attività.
Nostro ospite sarà Øivind Østang che terrà una conferenza in norvegese dal titolo:
Pilegrim gjennom Europa – fra Grefsen til Roma 2015 (In pellegrinaggio attraverso l’Europa – da Grefsen a Roma 2015)

Attraverso più di 150 immagini Øivind Østang ci proporrà un assaggio di quello che ha visto e pensato durante il suo cammino sulla Hærvejen attraverso lo Jutland, sull’Ochsenweg attraverso lo Schleswig-Holstein e sulla Via Romea Germanica attraverso la Germania, l'Austria e l'Italia.


Øivind Østang è Senior Adviser presso l’Ufficio di Presidenza del Primo Ministro dal 2007, responsabile dell’informazione presso lo stesso ufficio nei periodi 1991-2007 e 1986-1988. Redattore editoriale del servizio informazione della chiesa norvegese (Den norske kirkes informasjonstjeneste) nei periodi 1988-1991 e 1980-1986. Giornalista di Vår Kirke 1976-1989 e di Vårt Land 1975. Responsabile del reparto notizie e reportage della NRK TV negli anni 1970-1975. Ha conseguito il titolo accademico di Cand. Philol. Presso l’Università di Oslo nel 1977 (inglese, francese e scienze politiche).

Prima della conferenza sarà offerto un bicchiere di Prosecco o succo di frutta. Dopo la conferenza sarà servita la cena estiva al costo di 450,- kr. Per le modalità di prenotazione e pagamento della cena vedere le indicazioni fornite qui sotto.

Cordiali saluti
Il Comitato Direttivo di Oslo


Cena estiva (giovedì 8 giugno)

I soci soni invitati a prenotarsi per la cena abbinata alla conferenza di Øivind Østang entro il 2 giugno. La conferenza e la cena avranno luogo presso il ristorante Rodeløkken Kafé a Bygdøy con inizio alle ore 18:30. Per prenotarsi alla cena occorre inviare una e-mail alla nostra segretaria Anne Nystrøm ( segreteria.danteoslo@gmail.com ). La prenotazione sarà valida soltanto se il pagamento risulterà pervenuto entro il 2 giugno. Chi non ha l’accesso a internet può prenotarsi alla cena telefonando a Anne Nystrøm, tel. 473 39 495. Il costo della cena (grigliata di maiale, manzo e agnello con contorni e pane + dolce e caffè) è di 450,- kr. che vanno versate nel conto corrente di Dante Alighieri Comitato Di Oslo nr. 0530.58.42968 presso la DNB entro il 2 giugno. Si prega di effettuare il pagamento con la seguente causale “sommermiddag” e di indicare il proprio nome e cognome per aiutarci a registrare correttamente le prenotazioni. Il pagamento della cena è vincolante. NB! I partecipanti alla cena sono invitati a registrarsi presso la nostra segretaria all’arrivo presso il ristorante Rodeløkken Kafé.

Qui di seguito una descrizione su come arrivare a Rodeløkken Kafé

In auto: uscire a Bygdøy. Prendere la prima strada a sinistra in direzione Bygdøy, Wedels vei 1 - seguire le segnalazioni per Rodeløkken Kafé. Svoltare di nuovo a sinistra alla barriera e vedrete il parcheggio e il ristorante. NB! Il parcheggio è a pagamento.

In autobus: Prendere l'autobus n° 30 per Bygdøy e scendere alla fermata Karenslyst allé. Procedere a piedi un pezzettino verso Bygdøy e prendere la strada a sinistra con l'indicazione di Rodeløkken Kafe.

Sommermiddag (torsdag 8. juni)

Medlemmene kan melde seg på middag samt foredraget av Øivind Østang innen 2. juni. Både foredraget og middagen vil bli holdt på Rodeløkken Kafé på Bygdøy kl. 18:30. Påmeldingen sendes med e-post til vår sekretær Anne Nystrøm ( segreteria.danteoslo@gmail.com ). Påmeldingen er kun gyldig dersom betalingen er mottatt innen 2. juni. Har du ikke tilgang til internett kan du bestille middag ved å ringe til Anne Nystrøm, tlf. 473 39 495. Middagen (grillet kjøtt av svin, okse, lam med tilbehør: Bakt potet, salat, aioli, smør og baguett + kake og kaffe) koster 450, - kr som skal betales med meldingen «sommermiddag» til Dante Alighieri Comitato Di Oslo kontonr 0530.58.42968. NB! Husk å oppgi navn på medlemmet det betales middag for i nettbankens meldingsfelt eller skriv det inn på giroen så vi vet hvem betalingen gjelder for og kan få den riktig registrert. Påmelding til middag er bindende. NB! Ved ankomst på restaurant Rodeløkken Kafé bes samtlige deltakere å registrere seg hos vår sekretær. 

Her er en kort beskrivelse av veien til Rodeløkken Kafé

Med bil: Ta av til Bygdøy. Ta den første veien inn til venstre når du er på vei innover til Bygdøy, Wedels vei 1 – og så ved skiltet til Rodeløkken Kafe.
Ta til venstre igjen ved bommen, og du ser parkeringsplassene og kafeen. NB! Husk å betale parkeringsavgift!

Med buss: Ta buss nr 30 til Bygdøy og gå av ved holdeplassen Karenslyst allé. Gå et lite stykke mot Bygdøy til du ser en vei til venstre som er skiltet til Rodeløkken Kafé.

7 maggio 2017

OSLO: CONFERENZA SUI RAPPORTI TRA LE MINORANZE NAZIONALI E IL GOVERNO

Comunicato stampa della Società Dante Alighieri pubblicato il 5 maggio 2017

Mercoledì 10 maggio, alle ore 18:30, il prof. senatore Francesco Palermo terrà nella sala eventi dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo una conferenza dal titolo: I rapporti tra le minoranze nazionali e il governo nazionale in Italia. La conferenza è organizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura.
Il prof. sen. Palermo terrà la stessa conferenza anche per i comitati della Dante di Stavanger (8 maggio), Kristiansand (9 maggio), Bergen (11 maggio).
Per continuare a leggere cliccare qui


27 aprile 2017

Mercoledì 10 maggio: conferenza del Prof. Sen. Francesco Palermo sul tema "I rapporti tra le minoranze nazionali e il governo nazionale in Italia"




Mercoledì 10 maggio, alle ore 18:30, il senatore Francesco Palermo terrà nella sala eventi dell’Istituto Italiano di Cultura, Oscarsgt. 56 una conferenza dal titolo: I rapporti tra le minoranze nazionali e il governo nazionale in Italia

L’Italia è uno dei Paesi europei che concede maggiori diritti alle minoranze nazionali e nel contempo un Paese in cui alcune minoranze si trovano a rischio di assimilazione. Ciò si spiega con le diverse vicende storiche e politiche legate a ciascun gruppo minoritario. La relazione affronta tali ragioni e illustra l’assai diversificato grado di tutela delle diverse minoranze, anche alla luce degli obblighi internazionali assunti in materia dall’Italia. Il trattamento delle minoranze linguistiche è una interessante cartina di tornasole per la comprensione di diversi aspetti della società italiana e consente di mettere in relazione le normative più consolidate di tutela e la disciplina più recente in tema di immigrazione e integrazione.

Francesco Palermo è professore di diritto costituzionale comparato all’Università di Verona e direttore dell’Istituto per lo Studio del Federalismo e del Regionalismo dell’Eurac di Bolzano. E’ avvocato e pubblicista. Ha conseguito la laurea in giurisprudenza a Trento e il dottorato di ricerca a Innsbruck. Ha insegnato in diverse università europee e americane, ha lavorato per l’OSCE, il Consiglio d’Europa e l’Unione europea soprattutto in tema di diritti delle minoranze. Dal 2014 al 2016 è stato presidente del Comitato consultivo della Convenzione Quadro del Consiglio d’Europa per la protezione delle minoranze nazionali. Senatore del gruppo per le autonomie da marzo 2013 si impegna nelle commissioni paritetiche al Senato (affari costituzionali, tutela e promozione dei diritti umani, ecc.). È autore di oltre 200 pubblicazioni. Il CV completo del Prof. Sen. Francesco Palermo è consultabile qui:
Http://www.eurac.edu/it/research/autonomies/sfereg/staff/Pages/staffdetails.aspx?persid=17











5 aprile 2017

26 aprile 2017: conferenza della prof.ssa Ilona Fried sul tema "Gli intellettuali e il teatro sotto il Fascismo"


La sezione d’italiano presso l’Istituto di lingue e letterature europee (ILOS) dell’Università di Oslo, in collaborazione con la Società Dante Alighieri, Comitato di Oslo e l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo, invitano alla conferenza "Gli intellettuali e il teatro sotto il Fascismo", che sarà tenuta dalla prof.ssa Ilona Fried dell’Università di Budapest (Ungheria) mercoledì 26 aprile, ore 18.30, presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura, Oscarsgate 56, Oslo



Il volume "Il Convegno Volta" di Ilona Fried è stato pubblicato dalla Casa Editrice Titivillus nel 2014
Che posizione hanno tenuto gli intellettuali e gli artisti italiani che non aderirono ai movimenti antifascisti negli anni ’30 del secolo scorso? La conferenza partirà dal Convegno Volta sul teatro drammatico, che venne organizzato nel 1934 dalla Reale Accademia d’Italia, istituzione di spicco cui il regime fascista affidava il compito di rappresentare dentro e fuori i confini nazionali i meriti artistici e scientifici della rigenerata cultura italiana. Gli organizzatori vollero dimostrare l’importanza e il prestigio del teatro italiano e, in particolare, la sua capacità di reggere il confronto con altre forme di spettacolo come il cinema e lo sport.
Storicamente, il Convegno Volta è il punto d’arrivo e il momento di sviluppo di diverse dinamiche culturali. La conferenza tratterà anche dei rapporti tra il teatro italiano e i teatri europei, oltre a quelli tra il mondo della cultura e mondo politico, nell’età dei Totalitarismi.

Ilona Fried è professore ordinario di letteratura italiana al Dipartimento d’italianistica dell’Università Eötvös Loránd di Budapest. Le sue ricerche teatrali vertono in particolare su Pirandello e il teatro italiano fra XIX e XX secolo. Importanti gli studi interculturali (fra cui l’indagine sulle dinamiche culturali, sociali e letterarie della città di Fiume) e quelli dedicati alla narrativa italiana moderna e contemporanea. Ilona Fried ha inoltre organizzato a Budapest numerosi convegni internazionali. Da ricordare le sue partecipazioni a varie iniziative del Centro Nazionale di Studi Pirandelliani di Agrigento, del Centre de Recherches Italiennes de l’Université Paris Quest Nanterre La Defense, del CNRS a Parigi e d’altre realtà culturali. Fra le sue pubblicazioni in Italia "Fiume. Città della memoria", (Del Bianco, Udine 2005). È caporedattore e cofondatrice della rivista online «Italogramma» http://italogramma.elte.hu

30 marzo 2017

Lunedì 3 aprile. ore 17:00: ALLA DANTE ALIGHIERI DI ROMA SI PRESENTA IL PARCO LETTERARIO DI RØROS IN NORVEGIA

ROMA\ aise\ 29 marzo 2017- In occasione dell'Anno dei Borghi, I Parchi Letterari e la Società Dante Alighieri hanno organizzato la presentazione del Parco Letterario Johan Peter Falkberget a Røros in Norvegia.
L’evento, organizzato in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco e l'Ambasciata d'Italia presso il Regno di Norvegia, si terrà lunedì 3 aprile, alle ore 17, presso la Galleria del Primaticcio di Palazzo Firenze, sede centrale della Dante Alighieri, a Roma.
La presentazione sarà aperta dai saluti di Alessandro Masi, segretario generale della Società Dante Alighieri, Bjørn Trygve Grydeland, ambasciatore del Regno di Norvegia in Italia, Giorgio Novello, ambasciatore d'Italia presso il Regno di Norvegia, e Hans Vintervold, sindaco di Røros.
Per continuare a leggere cliccare qui

13 marzo 2017

20 marzo 2017: conferenza di Giacomo Di Girolamo "Da Matteo Messina Denaro alla nuova criminalità organizzata: il punto sulla lotta alla mafia in Italia e in Europa"

Nella ricorrenza della Giornata nazionale italiana in memoria delle vittime della mafia (21 marzo), lunedì 20 marzo alle ore 18:30 Giacomo Di Girolamo terrà per il Comitato della Dante di Oslo una conferenza dal titolo Da Matteo Messina Denaro alla nuova criminalità organizzata: il punto sulla lotta alla mafia in Italia e in Europa. La conferenza avrà luogo nella sala eventi dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo a Oscars gt, 56.

La conferenza vuole fare il punto sulla lotta alla mafia in Italia raccontata da un punto di vista non istituzionale ma dalla viva voce di chi, da giornalista e da scrittore, racconta il fenomeno sul territorio, in Sicilia occidentale, lì dove la mafia prospera ed è una causa di arretratezza dell’intera regione. 
Raccontando diverse storie, faremo il punto sulla latitanza di Matteo Messina Denaro. Boss originario di Castelvetrano, in provincia di Trapani, è ritenuto l’ultimo vero capo di Cosa nostra, la mafia siciliana, ed è latitante dal 1993. Dove si nasconde Messina Denaro? Quali sono oggi gli affari della mafia? E di quali coperture gode il boss per essere ancora libero dopo quasi 25 anni di latitanza? Dalla grande distribuzione all’energia eolica, passeremo in rassegna gli affari della mafia oggi, i suoi rapporti con la politica, la capacità di influenzare l’economia. Ma qualcosa sta cambiando, in Italia, sul fronte della lotta alla mafia. 
Perché mentre Cosa nostra e le altre mafie cambiano radicalmente, ed assumono sempre più l’aspetto di una “mafia della classe dirigente”, abilissima ad entrare nei circuiti legali della società, il movimento antimafia, che tanti meriti ha avuto, sembra vivere una fase di stanchezza e segnare il passo?
Racconteremo quindi anche come cambia la mafia, quali sono i nuovi fenomeni criminali che si affacciano e che sono presenti in tutta Italia e quali le misure per contrastarli, con uno sguardo anche a quanto avviene in Europa, dato che ormai quello delle mafie è un problema che riguarda tutti i paesi europei, per l’abilità delle nuove organizzazioni criminali di muovere flussi di denaro tra gli istituti finanziari internazionali, e di infiltrarsi nei mercati con i modi più impensabili.

Giacomo Di Girolamo, giornalista e scrittore, vive in Sicilia. Si occupa di criminalità organizzata e corruzione per il portale Tp24.it e per la radio Rmc 101. Collabora con Il Mattino di Sicilia, la voce di New York, la Repubblica e Il Sole 24 Ore. È autore della biografia del boss Matteo Messina Denaro, “L’invisibile” (pubblicata nel 2010, è la prima inchiesta sul nuovo Capo di Cosa Nostra e sulla mafia in Provincia di Trapani, i suoi rapporti con la politica e con l’impresa), di “Cosa Grigia” (Il Saggiatore, 2012, finalista al premio Piersanti Mattarella), un reportage che racconta la nuova mafia in Italia, e “Dormono sulla collina”(pubblicato sempre per il Saggiatore, nel 2014: la storia d’Italia dal 1969 ad oggi come non è stata mai raccontata, facendo parlare i morti, coloro che la storia l’hanno fatta, subita, sicuramente attraversata. Il libro ha avuto un adattamento teatrale ed è stato presentato in numerose rassegne, tra cui il principale evento cultura italiano, il Festivaletteratura di Mantova. Ha vinto nel 2016 il premio “Libero Grassi”, nel 2013 il premio “Ambiente e legalità” di Legambiente. Per le sue inchieste ha vinto nel 2014 il “Premiolino”, il principale premio giornalistico italiano. E’ intervenuto come relatore in diversi incontri internazionali a New York, Londra, Bratislava, Varsavia.

9 marzo 2017

Accordo di collaborazione tra il Direttore dell'IIC, Matteo Fazzi, e il Presidente della SDA Comitato di Oslo, Sergio Scapin

Da sinistra: il Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo, Matteo Fazzi, e il Presidente del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri, Sergio Scapin (foto dell'IIC Oslo)
Nella foto, il nuovo direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo, Matteo Fazzi, e il Presidente del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri, Sergio Scapin.
Il Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura e il Presidente del Comitato della Dante si sono accordati, durante un incontro all'Istituto Italiano di Cultura in data 21 febbraio 2017, per un rafforzamento della collaborazione tra i due organismi nella promozione della lingua e cultura italiana ad Oslo.

8 marzo 2017

GIACOMO DI GIROLAMO A OSLO NELLA GIORNATA IN MEMORIA DELLE VITTIME DELLA MAFIA

OSLO\ aise\ 8 marzo 2017- Nella ricorrenza della Giornata nazionale italiana in memoria delle vittime della mafia (21 marzo), lunedì 20 marzo alle ore 18.30 Giacomo Di Girolamo terrà per il Comitato della Dante di Oslo una conferenza dal titolo "Da Matteo Messina Denaro alla nuova criminalità organizzata: il punto sulla lotta alla mafia in Italia e in Europa". 
La conferenza avrà luogo nella sala eventi dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo.
Il conferenziera terrà la stessa conferenza anche per i comitati della Dante di Trondheim (21 marzo), Bergen (22 marzo), Kristiansand (23 marzo), Halden (24 marzo) e Stavanger (27 marzo). 
Per continuare a leggere cliccare qui

15 febbraio 2017

IL 27 FEBBRAIO L’ASSEMBLEA GENERALE DELLA DANTE DI OSLO

OSLO\ aise\15 febbraio 2017 - Lunedì prossimo, 27 febbraio, alle ore 18.00, si terrà l’Assemblea Generale del Comitato di Oslo della Società Dante Alighieri e a seguire, alle ore 18.30, la conferenza "Alle Porte orientali dell'Italia: lingua e cultura a Fiume tra ieri e oggi", a cura di Branka Blazevic.
Fiume, città dell'odierna Croazia, situata in una posizione geograficamente strategica nell'Adriatico settentrionale, storicamente era sempre un luogo di incontri e scontri popoli, culture e lingue: illiri, antichi romani, franchi, austriaci, ungheresi, italiani e slavi. Tutto ciò inevitabilmente lasciò un'impronta culturale e linguistica sulla città. Oggi si può osservare che, a differenza delle altre lingue minoritarie presenti soltanto in tracce, a Fiume l’italiano rimane tuttora presente e relativamente vivo. 
Per leggere l'intero articolo cliccare qui.

13 febbraio 2017

27 febbraio 2017: conferenza di Branka Blazevic "Alle porte orientali dell'Italia: lingua e cultura italiana a Fiume tra ieri e oggi"

Carissimi soci ed amici,
lunedì 27 febbraio, alle ore 18:00 si terrà la nostra Assemblea Generale per il 2016 presso l'Istituto Italiano di Cultura a Oscarsgt. 56 e a seguire, alle 18:30, la nostra prima conferenza dell'anno. Ospite della serata sarà la dott.ssa Branka Blazevic, che parlerà sul tema: "Alle Porte orientali dell'Italia: lingua e cultura a Fiume tra ieri e oggi".

--------------------------------------------

Kjære medlemmer og venner,
Mandag 27. februar kl. 18:00 avholder vi generalforsamling for 2016 ved Det italienske kulturinstituttet i Oscarsgate 56. Vi fortsetter kl. 18:30 med årets første foredrag holdt av Branka Blazevic. Hun vil fortelle oss om historikken bak og utviklingen av språk og kultur i Fiume-regionen i Italias tidligere østlige grenseområder, som nå er en del av Kroatia.

Il Comitato Direttivo di Oslo

Alle porte orientali dell'Italia:
lingua e cultura italiana a Fiume tra ieri e oggi

A sinistra una vecchia foto della Torre Civica di Fiume in cui si vede l’aquila bicipite in cima alla torre, simbolo araldico che l'imperatore Leopoldo I d'Asburgo conferì alla città nel 1659. A destra la Torre Civica come appare oggi

Fiume, città dell'odierna Croazia, situata in una posizione geograficamente strategica nell'Adriatico settentrionale, storicamente era sempre un luogo di incontri e scontri popoli, culture e lingue (illiri, antichi romani, franchi, austriaci, ungheresi, italiani, slavi). Tutto ciò inevitabilmente lasciò un'impronta culturale e linguistica sulla città. Oggi si può osservare che, a differenza delle altre lingue minoritarie presenti soltanto in tracce, a Fiume l’italiano rimane tuttora presente e relativamente vivo. Con la presente conferenza si desidera fare una breve introduzione ai contatti linguistici e culturali dell'italiano e del croato a Fiume al fine di comprendere meglio la situazione linguistica odierna del capoluogo del Quarnaro.

Branka Blazevic è italo-croata di Fiume (Croazia), bilingue e dalla doppia cittadinanza. Frequenta le scuole in lingua d'insegnamento italiana a Fiume, e successivamente studia traduzione presso la Scuola superiore per interpreti e traduttori dell'Università degli studi di Trieste. Le sue lingue di lavoro sono l'italiano, l'inglese e il serbo-croato, ma conosce anche un po’ di tedesco e russo, ed ora anche il norvegese.
Dopo la laurea torna a vivere in Croazia dove, parallelamente a incarichi di traduzione, intraprende la carriera universitaria: insegna l'italiano e l'inglese settoriale al Politecnico di Fiume. Il suo campo di interesse scientifico è la linguistica applicata (sociolinguistica, linguistica del contatto, linguistica cognitiva, linguistica pragmatica). 
Un anno fa si trasferisce in Norvegia ed ora risiede ad Asker. 

17 gennaio 2017

Apriamo con una "pizza" il nuovo anno sociale con la Dante!

Cari soci della Dante!

Il Consiglio Direttivo del Comitato Dante Alighieri di Oslo augura a voi tutti un FELICE ANNO NUOVO! Speriamo di avere un anno interessante e piacevole, con molte conferenze eccellenti e una grande affluenza.
Il primo conferenziere ha dovuto purtroppo spostare la sua conferenza al 27 febbraio.
Tuttavia speriamo di aprire il nostro anno sociale con una “pizza” in un piccolo ristorante in Sørkedalsveien - Il Colosseo. La pizza è stata testata ed ha ottenuto un ottimo risultato!  Il menu prevede anche piatti di pasta.
Ognuno paga il proprio cibo e bevande.

Data: giovedi 2 febbraio
Orario: alle 18.30
Località: Il Colosseo, Sørkedalsveien 3A (subito dopo Rema 1000 visto dal crocevia di Majorstuen)
Registrazione: Marianne Zimmer - 928 21 910 o marzim@getmail.no entro il 23 gennaio
Cancellazione: entro il 1° febbraio
Il titolare del ristorante propone che tutte le comunicazioni con il personale debbano essere effettuate in italiano!
Allora - ci vediamo il 2 febbraio al ristorante Il Colosseo.
Il Direttivo

Vi åpner vårt Dante-år med en pizza kveld

Kjære Dante-medlemmer!

Styret i Dante, Comitato di Oslo, ønsker alle et GODT NYTT ÅR! Vi håper å få et interessant og hyggelig år sammen med mange gode foredrag og stort fremmøte.
Årets første foredragsholder måtte dessverre utsette sitt foredrag som nå først går av stabelen 27. februar.
MEN: Derfor håper vi å kunne åpne vårt Dante-år med en pizzakveld i en liten restaurant i Sørkedalsveien – il Colosseo. Pizzaen er utprøvet og funnet så absolutt verdig! De har også en pastameny. 
Enhver betaler sin egen mat og drikke.

Dato: torsdag 2. februar
Tidspunkt: 18.30
Sted: Il Colosseo, Sørkedalsveien 3A (like etter Rema 1000 sett fra Majorstuekrysset)
Påmelding: til Marianne Zimmer – 928 21 910 eller marzim@getmail.no innen 23. januar.
Avbestilling: senest 1. februar
Innehaver foreslår at all kommunikasjon med personalet skal foregå på italiensk!
Allora – ci vediamo il 2 febbraio al ristorante Il Colosseo.
Styret

13 gennaio 2017

SABATO 4 FEBBRAIO, ORE 18:30, A DET NORSKE TEATER: SPETTACOLO IN ITALIANO AD OSLO "LEI È ALES (DET ER ALES)"

Regia e scenografia di Gianluca Iumiento
Versione italiana con Daniela Giordano, Maria Sand e Gianluca Iumiento.
Una coproduzione del Festival Quartieri dell'Arte con Det Norske Teatret di Oslo.

Note allo spettacolo: http://www.ilsegnalibro.com/danteoslo/DET_ER_ALES.pdf

Spettacolo in italiano, tratto dal romanzo di di Jon Fosse, racconta la storia di Signe (interpretata da giovane da Maria Sand e da vecchia da Daniela Giordano), che rivive il giorno in cui il marito Asle (Gianluca Iumiento) la saluta per l'ultima volta, prima di scomparire sulla sua barca a remi divorato dalle acque del fiordo. Ad essere analizzate, in questo intenso ed emozionante lavoro, sono le ragioni dell'abbandono, la consapevolezza del proprio destino, l'eredità del dolore.

Per acquistare il biglietto:
http://www.detnorsketeatret.no/framsyningar/det-er-ales/